Oskar Kokoschka

Sono al centro del mio vuoto.
Non c'è rifugio e l'aria è irrespirabile.
Lascio uscire parole tremanti, dolori antichi.
Scopro la pelle morbida, nuda e bianca.
Scopro l'anima fragile e provata.
Sola.
Al centro del mio baratro più grande.
Buio e vuoto.

Immagine: -Ragazza nuda- Oskar Kokoschka

Commenti

Post popolari in questo blog

Il Vasaio - Pablo Neruda

Pensiero per un'amica...