Sotto le tue mani
la mia pelle è seta..
e scivola lenta e docile..

è grido di entusiasmo
e brucia..
ed è acqua che scorre
e poi esplode..

è vita..
è respiro..

Le tue mani
sulla mia pelle sono
il risveglio
e l'oblio..

E' la mia pelle
che mi porta
da te..

Immagine: - La belle Rafaèla- Tamara De Lempicka

Commenti

  1. oliviaspaghetti il 27/12/07 alle 10:46 via WEB
    le sue mani ancora e poi nulla più, tanto ci siamo capiti, tanto.... non lo so se per me va bene ma pensare di poter stare lì sotto anche sono un attimo è più forte. Donne.. Olivia
    Rispondi


    fela78 il 27/12/07 alle 21:56 via WEB
    questa è poesia...
    Rispondi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Il Vasaio - Pablo Neruda

Pensiero per un'amica...