Ove non diversamente specificato, i testi contenuti in questo blog sono di proprietà dell’autore Giulia Vistoli e sono protetti da copyright. Nessuna riproduzione, né integrale né parziale, e nessuna manipolazione è consentita senza preventiva autorizzazione dell’autore. In particolare, sono assolutamente vietate le riproduzioni a scopo di lucro. E’ invece ammesso il linking alla home page del blog o ai singoli post. I testi non di proprietà dell’autore del blog appartengono ai rispettivi autori e non sono utilizzati a scopo di lucro.

domenica 26 ottobre 2008

venerdì 24 ottobre 2008


SILENZIO
Lo spazio del silenzio è il luogo del pensiero
e della dignità.
Immagine:-Black Brown- M. Rothko

giovedì 16 ottobre 2008

Vorrei abbandonarmi alla vita
con fiducia, finalmente.

Smettere di tenere tutto stretto nei pugni contratti.
Che non serve.

Lasciare che le mie ali si spieghino,
lasciarle brillare un po' al sole,
e poi volare.

Immagine: -Eternity- Damien Hirst

lunedì 13 ottobre 2008

E' difficile, si.
Lasciare tutto questo mare infinito
che ti brucia gli occhi,
questi colori
e il profumo di sale
che arriccia i miei capelli ribelli,
staccare la pelle mia dalla tua.

E' difficile
affrontare il tempo
che scorre inesorabile
o si ferma testardo.

E chiedere aiuto,
che da sola a volte non ce la faccio,
provando a non cambiare la vita di nessuno,
neanche la mia.

Difficile vincere tutte le mie paure di bambina
per offrire a te,
a me,
solo la donna che vorrei essere.

Immagine: mia (nostra)

giovedì 9 ottobre 2008

Oggi mia madre compie 60 anni.
Quasi 30 li abbiamo passati insieme.
Congelando
gli abbracci e le parole
e
dedicandoci solo allo scontro.

Era la mia nemica.
La peggiore.

Ora provo solo
un amore sconfinato e un'enorme tenerezza.

E il rimpianto forte
per tutti quei gesti e quelle carezze
che ancora non riusciamo a scambiarci.

Per tutta la fiducia che non riesco ad avere. Mai.

Ma quando mi chiama "amore" (così di rado) mi brilla il cuore.

Immagine: dettaglio de -Le tre età- G. Klimt

venerdì 3 ottobre 2008

Sospesa.

Filastrocca che conta i giorni e le ore.

Cantilena di ricordi e sorrisi.

Altalena,
chi va,
chi resta.

Sospesa.

Immagine: Hans Hartung