Ove non diversamente specificato, i testi contenuti in questo blog sono di proprietà dell’autore Giulia Vistoli e sono protetti da copyright. Nessuna riproduzione, né integrale né parziale, e nessuna manipolazione è consentita senza preventiva autorizzazione dell’autore. In particolare, sono assolutamente vietate le riproduzioni a scopo di lucro. E’ invece ammesso il linking alla home page del blog o ai singoli post. I testi non di proprietà dell’autore del blog appartengono ai rispettivi autori e non sono utilizzati a scopo di lucro.

venerdì 29 agosto 2008

E finalmente è venerdì.

Dimenticando che anche il lunedì è un giorno mio.

Aspetto il venerdì sera,
e le 18 ogni giorno,

aspetto il primo ponte,
un traghetto da prendere,
e le vacanze di natale
e poi pasqua e il 1° maggio.

E intanto i giorni miei si consumano.

Voglio che il tempo mio sia mio, ora.
Voglio amare i lunedì.

E smettere di aspettare.

E che ogni mattina sia come trovare mizar per la prima volta.

Immagine: -Notte stellata sul Rodano- V. Van Gogh
"Ciò che desidero, è che tutto sia circolare e che non ci sia, per così dire,
né inizio né fine nella forma, ma che essa dia, invece, l'idea di un insieme armonioso, quello della vita."

martedì 26 agosto 2008

E stamattina non riesco proprio a chinarla la testa.
Sarà quell'idea di troppa libertà.

Pensieri che girano in tondo,
seguono le stesse strade
e ritornano al punto di partenza,
sostano un attimo e ricominciano la corsa.

Il solito profondo senso di inquietudine
che sale come una marea
e cala solo quando è più forte la stanchezza.

La solita impazienza che mi rende irrequieta e scalpitante.
La solita sensazione di impotenza
che risveglia rabbia sedimentata dal tempo.

Riempio spazi per colmare l'attesa della soluzione.

E la testa non la chino.
Ancora no.

Immagine: - Nella testa- S. Bombardieri

giovedì 21 agosto 2008

Ho i miei monti e le mie valli,
le mie piene d'anima
e le mie secche di parole
da offrire a questo viaggio.

Ho tutte le strade
che saprò trovare per arrivare da te.

Ho tutti i modi in cui sai stringermi
per tenermi con te.

E uno stupido cuore elastico
da allenare con costanza
agli arrivederci.

Immagine: -Nudo Disteso- A. Modigliani

lunedì 18 agosto 2008

Mare blu di pagliuzze dorate,
cielo terso di sole
che brucia la pelle e asciuga i pensieri,
occhi da ritrovare
in cui specchiarsi e perdersi.

E poi laghi e castelli e nuvole basse,
piccole stazioni di provincia tristi e desolate
e di nuovo nuvole e cielo.

La mia estate da sud a nord,
imparando che i grandi bagagli intralciano
e che i fardelli è meglio lasciarli a casa.

Raccogliendo abbracci lontani,
sorrisi, pensieri, anche quelli non condivisi,
lancio u
no sguardo al passato
per sentire che continuo a crescere,
che cambio ancora,
che va bene così.

La mia estate maldestra
è il mio nuovo e incerto sorriso.

Immagine: -il mare di siracusa e il lago d'orta- mia

giovedì 7 agosto 2008

Il tempo nostro
irrinunciabile e prezioso
si assottiglia
e sfugge.

Mi fermo
e non lo inseguo più,
che ci sarà tempo
di rincorrere il tempo.

Il bisogno di intimità,
il desiderio di lentezza
e di dolci risvegli
li incarto insieme
e ci faccio un fiocco.

Li lascio nel terzo cassetto del comò.

Intanto faccio le valigie
e raccolgo giorni solo miei.
(mi farà bene)

Immagine:-Rosa Meditativa- Salvador Dalì