Ove non diversamente specificato, i testi contenuti in questo blog sono di proprietà dell’autore Giulia Vistoli e sono protetti da copyright. Nessuna riproduzione, né integrale né parziale, e nessuna manipolazione è consentita senza preventiva autorizzazione dell’autore. In particolare, sono assolutamente vietate le riproduzioni a scopo di lucro. E’ invece ammesso il linking alla home page del blog o ai singoli post. I testi non di proprietà dell’autore del blog appartengono ai rispettivi autori e non sono utilizzati a scopo di lucro.

lunedì 30 giugno 2008

Abbiamo guardato le stelle
e passeggiato nelle notti di maggio,
riso zuppi di pioggia e d'emozione,
sorpresi dei nostri sorrisi.

Ci siamo sdraiati su un prato
e bagnati di mare.

Ballato un tango maldestro
dopo aver ballato l'amore.

Ci guardiamo un po' stupiti,
ci immergiamo in punta di piedi.

Ma ora ho voglia di tuffarmi.
(il resto, ci pensiamo dopo)
Lasciami fare.

Immagine: -Rain and Tango- Graciela Bello

mercoledì 25 giugno 2008

Imparo la pazienza.
E i gesti piccoli e morbidi.
Ho nuovi sorrisi,
insoliti,
diversi.

Forse a volte la vita va semplicemente accolta.
Attesa.
Imparata.

Voglio continuare a tenere i piedi in questo mare.
E lasciarmi cullare.
E lasciare che sia.

Immagine: -Mare- Carlo Benvenuti

venerdì 20 giugno 2008

Anima di vetro,
richiusa in un
corpo ingombrante e stupido.

Oscillo sul filo delle mie contraddizioni.

Sospesa tra
i miei pieni
e i miei vuoti.

Vacillo tra le mie debolezze
forte delle mie fragilità.

Parlo troppo,
a voce alta,
di banalità.
Resto in silenzio
tra i pensieri importanti.
Dovrei almeno provare a sussurrarli.

Il mio eterno dondolare
tra il troppo
e il troppo poco.

Immagine: -The Umbrella- Jack Vettriano

martedì 10 giugno 2008

Ho un pensiero positivo che mi accarezza la nuca.

Dormo su prati di stelle,
cullata dal rumore del mare.

Immagine: - Sorriso nuovo- Xenuca


mercoledì 4 giugno 2008

Un'altalena
incontrata per caso,
e torno bambina,
con i piedi per aria,
e la testa leggera.

Rido.

Di spensieratezza
che è così poco mia.

Sono con i piedi ammollo
e la testa tra le stelle.

Una strana bolla
di serenità sconosciuta.

Il mio cuore
si spalanca
e
respira.

Immagine: -l'altalena di nereide- F. Toraldo