Ove non diversamente specificato, i testi contenuti in questo blog sono di proprietà dell’autore Giulia Vistoli e sono protetti da copyright. Nessuna riproduzione, né integrale né parziale, e nessuna manipolazione è consentita senza preventiva autorizzazione dell’autore. In particolare, sono assolutamente vietate le riproduzioni a scopo di lucro. E’ invece ammesso il linking alla home page del blog o ai singoli post. I testi non di proprietà dell’autore del blog appartengono ai rispettivi autori e non sono utilizzati a scopo di lucro.

giovedì 17 aprile 2008

Presa dalle ultime delusioni,
e da quelle che hanno costellato questo ultimo anno,
mi sono messa a sfogliare il mio ultimo amore,
ho riletto messaggi,
ritrovato biglietti,
lettere,
momenti.

Ho ricordato che cosa significa essere amati.

Ho capito quanto è distante tutto quello
che ho vissuto in questo anno
da quello di cui ho bisogno.

Sento che la mia rabbia è verso me stessa,
verso la mia incapacità di vivere in profondità,
di scegliere,
di gestire la mia insulsa caparbietà,
il mio bisogno di dare fiducia
a chi non la merita neanche lontanamente.

Ho lasciato il mio ultimo amore
perchè non bastava,
e mi sono nutrita di piccole inutili briciole
per tutto questo difficile anno.

Forse ho creduto che quell'amore non bastasse,
e in realtà per me era troppo.

Forse non è vero che sono un grande contenitore,
forse ho bisogno di piccolezze e mediocrità
per far battere
questo stupido cuore.

Mi manca quel calore che mi soffocava.

Immagine: -Il vampiro- Munch

2 commenti:

  1. al_pessimo_esempio il 16/04/08 alle 21:52 via WEB
    ah.. cioe' adesso tutto sto' fuoco che ti straziava fino a tre giorni e' roba di briciole, e l'amore di un anno fa che hai lasciato ti manca perche' sapeva fornirti un calore soffocante? guarda, un consiglio.. non fare cazzate. resisti tra un po' arriva l'estate. e a roma a luglio avrai un calore soffocante a gratis.
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 16/04/08 alle 21:53 via WEB
    dovessi aver fretta invece accendi il riscaldamento, metti il cappotto e abbraccia il termosifone... diobono. e chiedi alla raver di farti una scorta di pollo al curry. e basta con quei surgelati.
    Rispondi


    elizabeth77 il 16/04/08 alle 22:16 via WEB
    non è mia intenzione fare ulteriori cazzate...erano solo riflessioni...
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 17/04/08 alle 07:28 via WEB
    evviva le cazzate
    Rispondi


    elizabeth77 il 17/04/08 alle 10:37 via WEB
    non c'è pericolo che mi riprenda quel calore soffocante...con le briciole potrei andare avanti per decenni...con il calore invece resisto poco poco...
    Rispondi


    xenuca il 17/04/08 alle 10:30 via WEB
    io appena mi rimetto in piedi da 'sta colica renale ti preparo la pasta alla chitarra con un bel ragù carico di lazzaretto, ti racconto le peggiori inculate che ho preso per non saper restare sola, e nel frattempo ti cito una roba da bacioperugina che non so chi l'ha scritta (il copywriter perugina?) cmq mi sembra azzeccata: se smetti di cercare ciò che ami, finirai con l'amare ciò che trovi. Ascolta il pessimo! un beso
    Rispondi


    elizabeth77 il 17/04/08 alle 10:33 via WEB
    figurati se non lo ascolto...da quando poi "me l'aveva detto" come faccio a non ascoltarlo...!! :-) aspetto la tua guarigione e tua pasta alla chitarra...un bacio
    Rispondi


    Midnight_Raver il 17/04/08 alle 11:03 via WEB
    uh la chitarra col ragù! posso venire pure io?
    Rispondi


    elizabeth77 il 17/04/08 alle 11:22 via WEB
    dai facciamo da me...!
    Rispondi


    xenuca il 17/04/08 alle 12:46 via WEB
    A midnight: certo! A elizabeth: ci stringiamo da me, non mi ci vedo ad attraversare roma in metro e bus con chitarra & co.!
    Rispondi


    elizabeth77 il 17/04/08 alle 12:48 via WEB
    Va bene allora attreverseremo roma in metro e bus noi che siamo senza chitarra&co. :-)
    Rispondi

    RispondiElimina
  2. fela78 il 17/04/08 alle 13:08 via WEB
    ovviamente voglio mangiare anche io la pasta alla chitarra!!e offro anche passaggi sulla cessomobile!
    Rispondi


    xenuca il 17/04/08 alle 14:38 via WEB
    certamente, mica eri esclusa! Cmq mo' non createvi troppe aspettative che quando preparo per gli ospiti non so mai come esce...
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 17/04/08 alle 15:41 via WEB
    per Xenuca... "e co." sarebbe quel povero ragazzo?
    Rispondi


    xenuca il 17/04/08 alle 16:11 via WEB
    naaaaaaaaaaaaaaaa ma che dici? mi riferivo alla pentola col sugo o in alternativa al vassoio con gli spaghetti preparati prima, che mica posso andare a cena a casa d'altri e starmene 3 ore chiusa in cucina a impastare soffriggere e piangere (per la cipolla)!!!!
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 18/04/08 alle 07:51 via WEB
    x xenuca: ti riferivi alla pentola col sugo (il vassoio con gli spaghetti gia' cotti arriverebbe tramutato in paiolo con polenta temo) che dovrebbe portare quel povero ragazzo?
    Rispondi


    xenuca il 18/04/08 alle 12:56 via WEB
    preparati nel senso di impastati e lavorati, mica cotti! ma la pianti di definirlo povero ragazzo? mi vengono le fitte al rene.
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 21/04/08 alle 07:54 via WEB
    x xenuca... ok la smetto. esprimero' in altri termini la mia solidarieta'. ma attenta.. perche' la solidarieta' e' un'arma...
    Rispondi


    fela78 il 17/04/08 alle 20:09 via WEB
    scemo...mika vogliamo cacciare di casa nessuno...
    Rispondi


    purqua.pa il 17/04/08 alle 11:17 via WEB
    il vampiro di munch mi pare un capolavoro psicologico. necessità allo specchio e percorsi diversi che portano al medesimo punto, il bisogno riflesso
    Rispondi


    elizabeth77 il 17/04/08 alle 12:08 via WEB
    assolutamente si...
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 17/04/08 alle 15:42 via WEB
    x purqua.pa: ma la vuoi finire di calarti i trip che ormai c'hai na certa eta'?
    Rispondi


    merendero77 il 20/04/08 alle 14:57 via WEB
    Sei sempre profonda, un'anima profonda... vorrei aver conosciuto ragazze come te. Buona domenica
    Rispondi


    divinoflagello il 21/04/08 alle 23:54 via WEB
    triste capolavoro di consapevolezza....
    Rispondi


    elizabeth77 il 22/04/08 alle 09:42 via WEB
    già...che ci faremo con tutta questa consapevolezza...bah!
    Rispondi

    RispondiElimina