Ove non diversamente specificato, i testi contenuti in questo blog sono di proprietà dell’autore Giulia Vistoli e sono protetti da copyright. Nessuna riproduzione, né integrale né parziale, e nessuna manipolazione è consentita senza preventiva autorizzazione dell’autore. In particolare, sono assolutamente vietate le riproduzioni a scopo di lucro. E’ invece ammesso il linking alla home page del blog o ai singoli post. I testi non di proprietà dell’autore del blog appartengono ai rispettivi autori e non sono utilizzati a scopo di lucro.

venerdì 28 dicembre 2007

E mi resta il tuo profumo
attaccato addosso..
come una malattia..
come un pensiero fisso
che fa il giro
e poi
torna..
identico a se stesso..

Mi resta il tuo odore
appiccicato sulla pelle..
a ricordarmi di te..
mentre vorrei essere
lontana
lontana
lontana
mille miglia..
mille anni..
mille vite..
da te..

Mi resta il senso della tua mano
sulla schiena..
un segno che brucia..
la pelle che urla la vita che è..
mentre vorrei anestesia..
per il corpo e per l'anima..
anestesia e oblio..
una fossa profonda
e
nera
dove seppellire
quello che
tu
hai dissotterrato..

E lavo tutto..
la mia pelle e i miei vestiti..
lavo tutto..
vorrei lavare l'anima e la memoria..
che tornino
bianche..
vergini..
pure..
come all'inizio dei tempi..

Strofino profumi diversi..
stringo una pelle
non tua...
che si porti via
ogni piccolo
sentire
di te...

Ma solo il fuoco
riuscirebbe..
solo un fuoco
più
caldo
e più forte
di te..

Immagine: -Il bacio- Max Ernst


1 commento:

  1. al_pessimo_esempio il 28/12/07 alle 22:16 via WEB
    hai mai visto il film AMICI MIEI ? quando adolfo celi consola gastone moschin ? "anche io ho sofferto quando mi ha lasciato, che credi? ho sofferto come un cane per ben tre quarti d'ora". non per guastare la poesia, ma quanto permane un odore? sara' nella testa, mi sa. e' per quello che conti di tirarlo via con un chiodo? chiodo scaccia chiodo..? ma che ne so.. magari parli di un amore gigantesco. un fuoco fgrande del resto lo definisci. provato col napalm?
    Rispondi


    elizabeth77 il 29/12/07 alle 01:12 via WEB
    Mi piace quando guasti la poesia..un po' di sano cinismo e ironia fanno sempre bene..soprattutto in certe occasioni.. Cmq si..rimane nella testa l'odore in questione..ma non parlo di amore gigantesco..parlo di fuoco..che è cosa diversa..almeno per me.. Proverò col napalm..grazie del consiglio.. :-P
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 29/12/07 alle 07:44 via WEB
    e' vero parli di fuoco caldo. beh, sei salva... il mondo e' pieno di fuochi caldissimi.
    Rispondi


    fela78 il 29/12/07 alle 11:41 via WEB
    effettivamente la storia di un fuoco piu grande..nn credi che per un altro fuoco ci sia bisogno di qlcosa da bruciare?...sulla cenere nn puo bruciare altro...poi.. lo sai
    Rispondi


    al_pessimo_esempio il 29/12/07 alle 13:58 via WEB
    concordo. il chiodo su chiodo e' una bufala.
    Rispondi


    die_hexedgl il 04/01/08 alle 10:26 via WEB
    Amo Ernst...subisco, dinanzi ai suoi quadri, la dolce tortura della sindrome di Stendhal...
    Rispondi


    elizabeth77 il 04/01/08 alle 10:33 via WEB
    Capita anche a me... Un sorriso..
    Rispondi

    RispondiElimina