Ove non diversamente specificato, i testi contenuti in questo blog sono di proprietà dell’autore Giulia Vistoli e sono protetti da copyright. Nessuna riproduzione, né integrale né parziale, e nessuna manipolazione è consentita senza preventiva autorizzazione dell’autore. In particolare, sono assolutamente vietate le riproduzioni a scopo di lucro. E’ invece ammesso il linking alla home page del blog o ai singoli post. I testi non di proprietà dell’autore del blog appartengono ai rispettivi autori e non sono utilizzati a scopo di lucro.

sabato 29 dicembre 2007

E' stato un anno pieno pieno..di cambiamenti e di facce nuove..
Ho conosciuto meglio me stessa..anche attraverso gli occhi di quelli che in quest'anno mi hanno accompagnato..e hanno condiviso piccoli e grandi momenti della mia vita..

Ho amato molto..anche non ricambiata..e sono stata amata..anche non ricambiando..

Ho trovato nuovi spazi per me..e nuovi bisogni..necessità diverse da quelle che credevo di avere..ho trovato vicine di anima..e storie raccontate e vissute..

Ho trasformato vecchie passioni in amicizie...e vecchi amori in confidenti...

Ho conosciuto il piacere della solitudine..e le coccole della malinconia..

Mi sono sorpresa di essere capace di brillare...

Parto con un bagaglio pieno pieno..di tutto quello che questo anno mi ha regalato..di tutto quella che mi sono regalata o concessa..
Voglio tornare leggera...
per ricominciare l'anno che viene
come una pagina
bianca..

Immagine: -L'oro dell'azzurro- J. Mirò

venerdì 28 dicembre 2007

E mi resta il tuo profumo
attaccato addosso..
come una malattia..
come un pensiero fisso
che fa il giro
e poi
torna..
identico a se stesso..

Mi resta il tuo odore
appiccicato sulla pelle..
a ricordarmi di te..
mentre vorrei essere
lontana
lontana
lontana
mille miglia..
mille anni..
mille vite..
da te..

Mi resta il senso della tua mano
sulla schiena..
un segno che brucia..
la pelle che urla la vita che è..
mentre vorrei anestesia..
per il corpo e per l'anima..
anestesia e oblio..
una fossa profonda
e
nera
dove seppellire
quello che
tu
hai dissotterrato..

E lavo tutto..
la mia pelle e i miei vestiti..
lavo tutto..
vorrei lavare l'anima e la memoria..
che tornino
bianche..
vergini..
pure..
come all'inizio dei tempi..

Strofino profumi diversi..
stringo una pelle
non tua...
che si porti via
ogni piccolo
sentire
di te...

Ma solo il fuoco
riuscirebbe..
solo un fuoco
più
caldo
e più forte
di te..

Immagine: -Il bacio- Max Ernst


giovedì 27 dicembre 2007

Sotto le tue mani
la mia pelle è seta..
e scivola lenta e docile..

è grido di entusiasmo
e brucia..
ed è acqua che scorre
e poi esplode..

è vita..
è respiro..

Le tue mani
sulla mia pelle sono
il risveglio
e l'oblio..

E' la mia pelle
che mi porta
da te..

Immagine: - La belle Rafaèla- Tamara De Lempicka

martedì 25 dicembre 2007

Sono le mie piccole crepe
che mi tengono incollata
e in attesa di
conferme
di cui non so che farmene..

Sono le mie fragilità..
le mie insicurezze..
le mie lacrime di bambina abbandonata
che mi tengono ferma
e tremante
angosciata, impaurita
in attesa di conferme

che non basteranno..

che non colmeranno..

che non serviranno..

Quello che sono
quando riesco a tenere
i pezzi
uniti e saldi..

quello che sono
quando non pulsano
le paure
infantili e ridicole..

quello che sono veramente
non ti vuole..

Immagine: -Girl at the Mirror- Norman Rockwell

venerdì 21 dicembre 2007

Siamo carini la sera alle 11 e mezza quando ci incontriamo a casa mia..
Tu ancora in giacca e cravatta di ritorno da qualche aperitivo/cena/incontro..
io ancora in giacca e camicia...
o anche in pigiama..dipende da quanto tempo prima sono rientrata..
il trucco un po' sfatto..
e tutti e due con addosso una giornata di lavoro...

siamo bravi, capaci, professionali...e sottopagati...

Incontrarti a casa mia con l'aria stanca fa famiglia..
un caffè..
un rum..
un cioccolatino..
a volte un piatto di pasta..

Ci liberiamo di un po' di ansie..
blateriamo..
ci diciamo che dobbiamo cambiare lavoro..
e poi magari ridiamo..

"Che hai? Problemi? Hai l'aria tirata.."
"Sono solo stanca..sei tu che hai il viso più teso del solito"
"Arriva Natale..mia madre..i parenti.."
"Hmmm"

Musica..
Caffè..
Sigaretta..

Due baci sulle labbra..
Un po' amici..un po' amanti..un po' fratelli..

Nessun bisogno di dimostrarci..di spiegarci..
nessuno dei due che insegni la vita all'altro..
o che giudichi..
o che si appoggi..

Due solitudini che si incontrano..

Due carezze..due baci..
il nostro ormai familiare modo di trovarci..

E poi..due coccole ai gatti..
e "Piccolina, io vado a casa..
Buonanotte, piccolina".

Immagine: -Blue Montain- Samy Briss

giovedì 20 dicembre 2007

Sono giorni sereni come non riesco a ricordarne..
E sono sereni senza alcun motivo..non monotoni..
non piatti..semplicemente sereni..
quasi felici..
se non fosse che non ho nessun grande avvenimento per cui essere felice..

E chiedo a me e alle mie amiche..sorprese quanto me..
quanto ci metterò a tornare nei casini..
chiedo a loro e loro a me cosa cavolo mi sia successo..

Sono talmente tranquilla che non mi riconosco..

E mi ritrovo in pena..
per questo stato di grazia..

Immagine: -Solitudine- Frederic Leighton

domenica 16 dicembre 2007

 


                    



Sorprendente essere serena nel silenzio della mia solitudine.
Molti pensieri..quasi nessuno angoscioso.


Ho i poster nuovi appesi alle pareti e voglia di musica per casa.
Odore di incenso.


Vecchie foto da cancellare per far spazio al mio primo natale da single dopo sei anni.


Forse la paura della solitudine è meno forte.
E' stata una scelta consapevole per smettere di vivere da vigliacca.


Non so se esiste la felicità,
ma forse esiste la serenità di amarsi e bastarsi.


Questo è l'obiettivo per l'anno nuovo.
Solo imparare ad essere sola.
Mettermi alla prova e capire che forse sono in grado di fare tutto da sola.


Ho qualche difficoltà con il piumone matrimoniale..ma in cucina me la cavo..il bucato riesce bene..
Non stiro quasi niente..e mi piace aver cura di questa tana.


Un amore fasullo forse riempie meno di un non amore.


E queste pagine sanno ascoltare meglio di un uomo non mio.


 


Immagine: -Hombre de papel- Ramon Lombarte

giovedì 13 dicembre 2007


 


Mi sveglio e c'è il sole..
anche se è freddo e piove..


Respiro..
sto bene..


Sorrido..
nessun magone..


Libera..


E ricordo
che le cose sono andate
esattamente
come prevedevo..


Ma la mia voglia di vivere..
e la curiosità
e il bisogno di sfidare
quello che sembra ovvio..


mi spingono sempre
a non fidarmi
delle mie prime sensazioni..


Ho imparato una cosa nuova..


Devo fidarmi meno degli altri
e molto di più di me stessa...


Ho imparato una cosa nuova..


..fino alla prossima volta..


 


Immagine: -Morning Sun- E. Hopper

lunedì 10 dicembre 2007

 


Domenica iniziata nervosa..
arrabbiata..
tesa..


Ma..


Trovo abbracci amici
che hanno la forza
di farmi tornare
a sentire
intera..


Trovo parole amiche
che sanno curarmi
le ferite..


Trovo sguardi amici
che sanno dirmi
quello che valgo..


E mi sorprendo
a guardarmi dentro
e ritrovarmi felice
di quello
che sono..


E consapapevole
che quello che fa male
non mi appartiene..


Trovo abbracci,
parole
e sguardi
che mi dicono
"Io ti sento"..


E mi ritrovo..
sono dentro me..
e sono
il luogo
più accogliente
che abbia mai conosciuto..


 


Immagine: -Nuda Veritas- Gustav Klimt

martedì 4 dicembre 2007

"Lo sapevi no?"
"Hm..si..lo sapevo.."
"Cosa ti aspettavi?"
"No..niente di diverso da questo.."
"Te l'abbiamo detto tutti...
si sa come vanno queste cose..
Poi tu..
dovresti saperlo bene..."
"Si..si sa..lo so bene anche io.."
"E allora...possibile che
sempre situazioni
agghiaccianti
tu?"
"Eh si lo so..."
"Ma quando ci pensi
al tuo futuro?
Hai quasi
trent'anni..!!"
"Uff..che ansia..!"
"E poi guarda..
devi solo ringraziare Dio..
che ti ha tirato fuori da sta storia
allucinante..
Ringrazia Dio.."
"Grazie dio.."
"Ma ti rendi conto
di cosa hai scampato?"
"..Ma infatti..meglio così.."
"E poi..insomma..
va bene
passionale..
trascinante..
entusiasta..

ma il prossimo che sia
minimamente strutturato..
almeno con un po'
di super-io..."
"Si..ok..il prossimo
lo cercherò con un po'
di Super-io..
ma non troppo...
che poi fa a pugni col mio.."
"E poi..
avrai pur diritto
ad una storia
normale.."
"..diritto...? desiderio.."
"Ma sei una persona
preziosa tu.."
"Oh..beh..lo siamo tutti.."
"Ma trovati qualcuno
che si prenda cura
della tua preziosità.."
"Hm..mm.."
"Sei una bella ragazza..
intelligente..
con le palle...
trovati un uomo
alla tua altezza!"
"..si..ok..lo farò.."
"Ed ora?
Quanto pensi
di star male?
Molto a lungo?"
"Non sto male..
recupero in fretta..
passerà.."
"Non stai male?!"
"Solo un po'..."
"Mica tornerai
indietro ora?"
"
No..
Magari ci riuscissi...
Magari.."

Immagine: -Crying Girl- Roy Lichtenstein

domenica 2 dicembre 2007

Sono stanca di lottare

E fragile fragile

Voglio chiudere il cuore in una scatola piena di ovatta
e lasciarlo riposare
ritrovare le forze
l'energia per essere di nuovo io

Mi chiudo in una scatola a riposare
protetta e calda

Ps. Un grazie alla mia famiglia acquisita:le mie amiche che portano calore..risate..e nutrimento...per l'anima e per il corpo...

Immagine: -La tomba dei lottatori- Renè Magritte